Anorgasmia femminile: il piacere negato
Giovedí, 28 Gennaio 2016

Anorgasmia è una disfunzione sessuale femminile (può riguardare anche gli uomini ) che non ha ricevuto molta attenzione fino a relativamente pochi anni fa.

 

L' anorgasmia o incapacità delle donne di raggiungere l'orgasmo, non è mai stato vista come un problema in epoche passate , infatti la donna ideale del 1900 era considerata pura, asessuata, ed il sesso era più un piacere maschile con lo scopo di avere figli.

 

I cambiamenti sociali e la rivoluzione sessuale hanno permesso alla donna di passare da un ruolo sessualmente passivo ad individuo che sperimenta l'esperienza di piacere che accompagna un rapporto sessuale maturo.

 

Ricercatori come Alfred Kinsey e Masters e Johnson ( c’è una serie televisiva “Masters of sex” - - La vera storia di William Masters e Virginia Johnson) riflettono i mutevoli atteggiamenti sessuali del tempo, e hanno agito come catalizzatori per il cambiamento.

 

Grazie al lavoro pionieristico di ricercatori nel campo della sessuologia, le donne che non sono in grado di raggiungere l'orgasmo non si devono rassegnare ad una vita di frustrazione e disistima.

 

Oggi, una donna che è infelice di non sperimentare orgasmi nel suo rapporto sessuale può andare a da un sessuologo qualificato ed essere trattata in un ambiente terapeutico, e ragionevolmente prevedere che sarà probabilmente in grado di raggiungere l'orgasmo attraverso un trattamento psicoterapeutico.

 

Come detto prima, anorgasmia è l'incapacità delle donne di raggiungere l'orgasmo, anche con la stimolazione adeguata.

La grande maggioranza dei casi di anorgasmia ha cause sociali, culturali, o psicologiche e sono, di conseguenza, meglio trattata in una terapia sessuale ma occorre chiarire che le donne che soffrono di qualsiasi disfunzione sessuale, tra cui l’ anorgasmia, dovrebbero essere valutate da un ginecologa prima di iniziare una terapia sessuale.

 

Questo articolo si concentrerà sul trattamento dell’ anorgasmia derivante da cause psicologiche, più che da cause organiche , anche se talune volte possono accompagnarsi.

L’anorgasmia è generalmente classificata in

 

  • Anorgasmia primaria significa che la donna non è mai stata in grado di raggiungere l'orgasmo in qualsiasi momento della sua vita sessuale.
  • Anorgasmia secondaria significa che la donna era in grado di avere orgasmi, ma non è più in grado di realizzarli.
  • Anorgasmia situazionale si riferisce alle donne che non raggiungono l'orgasmo in certe situazioni sessuali.
  • Anorgasmia coitale pura: il raggiungimento del piacere è impossibile tramite il coito, ma l'orgasmo può essere percepito in seguito ad una stimolazione manuale od orale.

 

Le spiegazioni relative alle cause di questo disturbo sono la mancanza di educazione sessuale, una forte educazione religiosa, la mancanza di forza nel muscolo pubococcigeo della donna, gli abusi sessuali nel passato, impotenza o eiaculazione precoce nel partner maschile, e alti livelli di ansia associata al sesso.

 

L’anorgasmia è più spesso trattata come una combinazione complessa di molti, o tutte le variabili precedentemente elencate.

La terapia sessuale delle donne anorgasmica si possono concentrare su diverse aree.

 

In primo luogo, le donne di solito sono invitate a partecipare alla terapia sessuale con il proprio partner sessuale.

Ci sono diverse ragioni per questo, ma quello principale è che l’ anorgasmia, come molte disfunzioni sessuali, non può essere visto esclusivamente come un problema della donna ci sono molte variabili relazionali che incidono sul sintomo e, di conseguenza, devono essere trattate in una terapia di coppia .

 

La terapia inizia spesso con l’educazione sessuale di coppia

L’ orgasmo inibito femminile è spesso trattato con specifiche tecniche terapeutiche.

Alle coppie viene insegnato ad utilizzare degli esercizi di focalizzazione sensoriale e incoraggiati ad utilizzare tecniche di rilassamento e ad eseguire dei compiti da svolgere a casa .

 

Oltre alle tecniche, la terapia si concentrai sui fattori emotivi o situazionali sia individuali che di la coppia che stanno contribuendo al problema in questione.

Il successo del trattamento di questa condizione dipende molto dalla specificità della diagnosi (primaria vs secondaria, età della donna, la volontà di partecipare alla terapia ecc .),

 

Dr. Danilo Puzzo (psicologo psicoterapeuta)

Mercoledí, 23 Marzo 2016
Lunedí, 14 Marzo 2016
Lunedí, 07 Marzo 2016
Mercoledí, 24 Febbraio 2016
Giovedí, 11 Febbraio 2016
Lunedí, 08 Febbraio 2016
Martedí, 20 Agosto 2013
Martedí, 11 Giugno 2013
Mercoledí, 03 Aprile 2013
Mercoledí, 27 Febbraio 2013
Martedí, 19 Febbraio 2013