Se mi lasci ti cancello , quando la memoria è utile ?
Martedí, 02 Febbraio 2016

 

“Se mi lasci ti cancello”
Titolo originale: Eternal Sunshine of the Spotless Mind; Regia: Michel Gondry, Genere: Commedia drammatica, Paese: USA, Anno: 2004

Interpreti e personaggi: Jim Carrey (Joel Barish), Kate Winslet (Clementine Kruczynsky), Gerry Robert Byrne (il capotreno), Elija Wood (Patrick), Thomas Jay (Frank), Mark Buffalo (Stan), Jane Adams (Carrie), Tom Wilkinson (il dottor Howard Mierzwiak).

 

 

 

Una grigia mattina d'inverno Joel Barish decide di non recarsi al lavoro. Preso da un irresistibile impulso, dribbla New York, per recarsi a Montauk, una desolata località balneare. Sulla spiaggia incontra una ragazza dalla chioma blu cobalto, Clementine. Irruente ed incalzante, Clementine conquista e travolge il timido e represso Joel. I due si innamorano a prima vista e diventano, di lì a poco, una coppia inseparabile. O così pare… In realtà la verità è un'altra.

Joel e Clementine si sono incontrati molto prima dell'episodio appena descritto. Ma la loro storia d'amore è naufragata miseramente. Non solo: per troncare definitivamente, la furiosa Clementine si era rivolta ad un'agenzia specializzata nel cancellare i ricordi di una persona per mezzo di un processo messo a punto dal Dottor Howard Mierzwiak. Quando Joel viene a conoscenza dell'accaduto, per ripicca richiede il medesimo trattamento. Durante la procedura, tuttavia, ha un ripensamento e si rende conto di essere ancora innamorato di Clementine. Per salvarla da una rimozione definitiva, tenta allora di "nasconderla" nei recessi della sua mente, collocandola nei ricordi più umilianti e nelle fantasie più audaci - ispirate dai discorsi dei tecnici di Lacuna, Stan e Patrick, che stanno deframmentando il suo cervello. Trovandosi in difficoltà a portare a termine la cancellazione Patrick - e la fidanzata Mary, che si è unita ai due - chiama in aiuto il Dottor Mierzwiak, mentre Stan va in cerca di Clementine, della quale si è innamorato cotto. Mary dichiara il suo amore al Dottor Mierzwiak, ma quando scopre che lei stessa aveva richiesto la cancellazione dei suoi ricordi (e dall'affair col suo datore di lavoro), in preda alla disperazione decide di rivelare a tutti i pazienti di Lacuna tutta la verità. Con un loop, la storia ricomincia


Cineforum", n. 439, Novembre 2004, pag. 38.

 

 

Molto spesso nello studio dello psicologo e  nella vita quotidina  viene posta una domanda " Vorrei cancellare questa situazione dalla mia mente , vorrei eliminare questa esperienza spiacevole , come posso fare ?

 

Alla domanda iniziale ne sopraggiunge dopo un pò di tempo un' altra "Può  la memoria, con i suoi traumi ed il suo dolore , essere un impedimento a nuove esperienze e al futuro ?

 

Inizialmente la risposta del film " Se mi lasci ti cancello " del regista Michel Gondry   è affermativa , questo  è quanto chiedono i protagonisti "joel e Ckementine" rivolgendosi ad una società specializzata nella cancellazione dei ricordi.

 

C'è però la mente di Joel ( Jim Carrey ) che si ribella a questo  lavaggio del cervello , cancellare parti di esperienza anche spiacevoli garantisce la felicità ? Si ascolta in sottofondo una frase pronunciata da un personaggio secondario che afferma : “Beati gli smemorati perché avranno la meglio anche sui loro errori”?

 

Questo è un  dilemma che accompagna la vita dell'essere umano che oscilla  tra la dimenticanza e l'eterno ritorno  .  La caratteristica  di molti rapporti amorosi è la ripetizione . E' possibile quindi cancellare un emozione legata ad un ricordo ?

 

Nella psicologia moderna si fa strada la lezione del qui e ora , del vivere il presente ascoltando il rumore di fondo fatto di pensieri , immagini e sensazioni che sono ricordi o progetti futuri:

 

"Ogni negatività è causata da un accumulo di tempo psicologico e dalla negazione del presente. Disagio, ansia, tensione, stress, preoccupazione (tutte forme di paura) sono causati da un eccesso di futuro e da un'insufficienza di presente.
Senso di colpa, rimorso,risentimento, rancore, tristezza, amarezza e ogni forma di mancato perdono sono causati da un eccesso di passato e da una insufficienza di presente. In definitiva vi è un solo problema: la mente legata al tempo."

 

Eckhart Tolle

 

 


In psicoterapia EMDR si lavora con i ricordi , ma non si parla di cancellazione ma di rielaborazione e di acquisizione di nuove prospettive a riguardo :

 

L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo.
Dopo una o più sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno una desensibilizzazione, perdono la loro carica emotiva negativa.........L’elaborazione dell’esperienza traumatica che avviene con l’EMDR permette al paziente, attraverso la desensibilizzazione e la ristrutturazione cognitiva che avviene, di cambiare prospettiva, cambiando le valutazioni cognitive su di sé, incorporando emozioni adeguate alla situazione oltre ad eliminare le reazioni fisiche.( tratto da EMDR ITALIA).

 

 

Il film non dà risposte, ma pone alcune  domande; i personaggi  si ritrovano a fare i conti con la loro interiorità ,  tra due esigenze : lasciarsi alle spalle il passato con le sue esperienze dolorose , e il desiderio  di trattenere con sé i propri ricordi.

 

In effetti i ricordi costituiscono un doppio binario , sono un impedimento che crea sofferenza e malumori ma sono un repertorio insostituibile di esperienze piacevoli e spiacevoli.

 

 

Dr. Danilo Puzzo ( psicologo psicoterapeuta)

Mercoledí, 23 Marzo 2016
Lunedí, 14 Marzo 2016
Lunedí, 07 Marzo 2016
Mercoledí, 24 Febbraio 2016
Giovedí, 11 Febbraio 2016
Lunedí, 08 Febbraio 2016
Giovedí, 28 Gennaio 2016
Martedí, 20 Agosto 2013
Martedí, 11 Giugno 2013
Mercoledí, 03 Aprile 2013
Mercoledí, 27 Febbraio 2013
Martedí, 19 Febbraio 2013