i giovani hikikomori : isolati dal mondo
Mercoledí, 24 Febbraio 2016

La parola "hikikomori", hiku (tirare) e komoru (ritirarsi), è stato introdotto nel 1998 dallo psichiatra giapponese, Tamaki Saito nel suo libro " “Social Withdrawal: A Neverending Adolescence.”

In questo libro, Saito definito gli hikikomori come " coloro che si ritirano completamente dalla società  rimanendo nelle loro case per più di sei mesi,  questa condizione non può essere giustificata da disturbi psichiatrici che possanospiegare la cause primaria di questa condizione. "

 

l'80% di questi individui sono maschi, e molti provengono da famiglie della classe media, che sono in grado di sostenerli mentre si  barricano  letteralmente nelle loro stanze, evitando gli amici e la famiglia,


   L'attività principale degli Hikikomori è trascorrere il tempo alla tv , navigare in internet o semplicemente pensare.

Ci sono casi di modalità  ossessive compulsive tra questi individui, come la pulizia delle loro stanze più e più volte, o atti auto-lesivi    come il "tagliarsi "; tuttavia molti hikikomori sembrano condurre una vita di apparente tranquillo isolamento.

 

Nel maggio 2010, il governo giapponese ha finanziato un gruppo di ricerca che ha tentato di classificare  e creare linee guida per la valutazione e il trattamento del disturbo , si è giunta ad una definizione alquanto dicutibile: 

"Un fenomeno in cui le persone si isolano  nelle loro case, evitando varie situazioni sociali (ad esempio andare a scuola, lavorare, avere interazioni sociali al di fuori della casa, ecc) per almeno sei mesi. Essi possono uscire senza alcun contatto sociale con gli altri. In linea di principio, hikikomori è considerata una condizione non-psicotica distinta dal ritiro sociale a causa di sintomi positivi o negativi della schizofrenia. Tuttavia, vi è la possibilità di prodromi della schizofrenia. " 

Sulla scia di questa definizione, un sondaggio condotto come parte dell'iniziativa sulla salute mentale ha mostrato che su 4.134 intervistati giapponesi, 1,2%  ha riferito di aver sperimentato la condizione di hikikomori. Inoltre, uno studio condotto dal governo giapponese nel 2010 ha riferito la presenza di 236.000 hikikomori .

  Tuttavia, nonostante ci sia un profondo disaccordo tra i professionisti della salute  nel definire le caratteristiche di questa condizione , quasi tutti  hanno mostrato un certo livello di accordo che  l'hikikomori dovrebbe essere considerato un disturbo caratterizzato dall' isolamento sociale da parte di soggetti molto giovani.

Ci sono due teorie: secondo la prima gli Hikikomori sono sorti a causa d'internet , che esercita molte attrattive allontanando dal mondo . La seconda sostiene che i giovani hanno difficoltà  a reggere il confronto e le aspettative  create dalla cultura contemporanea .

Importante comunque sempre un approfondimento per capire se la condizione di isolamento non sia  inquadrabile ,come alcuni psichiatri sostengono,  in un quadro psicopatologico o come difficoltà relazionale  dove il ruolo della socializzazione ha un ruolo molto più evidente.

 

Dr. Danilo Puzzo (psicologo psicoterapeuta)


Mercoledí, 23 Marzo 2016
Lunedí, 14 Marzo 2016
Lunedí, 07 Marzo 2016
Giovedí, 11 Febbraio 2016
Lunedí, 08 Febbraio 2016
Giovedí, 28 Gennaio 2016
Martedí, 20 Agosto 2013
Martedí, 11 Giugno 2013
Mercoledí, 03 Aprile 2013
Mercoledí, 27 Febbraio 2013
Martedí, 19 Febbraio 2013