Autodifesa dalla manipolazione psicologica
Mercoledí, 23 Marzo 2016

Tecniche di manipolazione psicologica


La  manipolazione psicologica può essere definita come l'esercizio di influenzare attraverso la distorsione mentale e lo sfruttamento emozionale, con l'intenzione di modificare la percezione e i comportamenti degli altri  prendendo il potere, il controllo, a spese della vittima.
.
Il manipolatore crea volutamente uno squilibrio di potere, e sfrutta la vittima per un proprio vantaggio  che può essere sia psicologico che materiale.

Di seguito ci sono quattordici "trucchi" che utilizzano le persone manipolative .Questo non  è  un elenco esaustivo, ma una raccolta di esempi.

 Non tutti quelli che si comportano  nei seguenti modi possono essere consideratii manipolatori  , conoscere però queste tecniche può essere utile come auto difesa.

 

1. controllo ambientale
Un individuo manipolatore può interagire in uno spazio fisico dove può avere  il dominio della situazione ed il relativo controllo , ad esempio l’ ufficio, la casa, l’ auto, o in altri  spazi dove ha la capacità di filtrare le informazioni e si sente molto a suo agio e di conseguenza la vittima è estranea a queste condizioni ambientali. ( vedi sette o organizzazioni gerarchiche)

 


2. Parlare per primo per stabilire la sua linea  e cercare i punti deboli dell’interlocutore
Molte persone addette alla  vendita fanno delle domande mascherandole in sondaggio, stabiliscono una linea di base del pensiero e comportamento di chi risponde , da cui possono poi valutare i punti di forza e di debolezza.


3. la  manipolazione dei fatti

le  menzogne ,  incolpare la vittima,  la deformazione della verità , la selezione delle informazioni chiave,  i pregiudizi creati ad arte sono tutte strategia manipolatorie.


4. Sopraffare con i fatti e le Statistiche
Alcuni individui  si costruiscono un immagine di competenza in alcuni ambiti professionali . imponendo all’interlocutore  presunti fatti, statistiche e altri dati si  cui si sa poco. Questo può avvenire  nella vendita e  nelle situazioni finanziarie, nelle discussioni professionali e Alcune persone usano questa nelle trattative, così come nelle situazioni sociali e relazionali.
Con la presunta competenza il manipolatore spera di apparire convincente e può usare questa  tecnica per  provare un senso di superiorità intellettuale.


5. sopraffare con procedure e burocrazia

Alcune persone usano la burocrazia - le procedure, le leggi … per mantenere la loro posizione e il potere, rendendo la vita più difficile.
Questa tecnica può essere utilizzata anche per impedire l’ accertamento dei fatti e la ricerca della verità, nascondere  le debolezze, ed eludere i controlli.


6. Aumentare la loro voce e suscitare emozioni negative
Alcune persone alzano la loro voce durante le discussioni, come una forma di manipolazione aggressiva. L'ipotesi potrebbe essere che se alzano  la loro voce  possono stimolare dell’emozioni negative, per ottenere quello che  vogliono. La voce aggressiva è spesso combinato con una modifica del linguaggio del corpo


7. informazioni negative inaspettate
.In genere, le informazioni negative inaspettate arrivano  senza preavviso, in modo da avere poco tempo per essere contrastate . Il manipolatore può utilizzarle per ottenere qualcosa in cambio o avere qualche concessione.


8. Poco tempo per decidere
Si tratta di una strategia di vendita e negoziazione tattica, in cui il manipolatore mette pressione su di voi per prendere una decisione prima di essere pronti ad analizzare la richiesta . Applicando la tensione e il controllo, il manipolatore  spera che si possa cedere alle sue richieste . ( offerta valida solo oggi , è frequente questo slogan da parte dei venditori)


9. Battute e motti di spirito
ad Alcuni manipolatori piace fare osservazioni critiche, spesso mascherate  da umorismo o sarcasmo, per fare sembrare l’altro inferiore e meno sicuro , ad  esempio commenti  che riguardano l’ aspetto, per il modo di vestire ecc  .  il manipolatore  spera di imporre la superiorità psicologica facendo sentire il  suo prossimo a disagio.


10. Critica costante
Il manipolatore sostiene che ci sia sempre qualcosa di sbagliato nella persona che ha scelto come vittima , e che non importa quanto duramente s’impegni, sarà sempre  inadeguata e non sarà mai abbastanza adeguata . Chi  manipola si concentra sul negativo senza fornire delle  soluzioni alternative e positive.


11. Il Silenzio
Il manipolatore volutamente non risponde a chiamate,  a messaggi, o  ad altre richieste, utilizzando l’attesa per costruire  il dubbio e l'incertezza nella  mente della sua vittima.


12. vittimismo
Lo scopo del vittimismo  è spesso di sfruttare la buona volontà del destinatario  , il suo senso del dovere ed i principi condivisi di una comunità  ed anche gli   istinti naturali  di protezione , al fine di   fare richieste che coincidano con il buon senso comune con lo scopo esclusivo di ottenere dei vantaggi .

 

 

Dr . Danilo Puzzo ( psicologo psicoterapeuta)

Mercoledí, 01 Novembre 2017
Venerdí, 27 Ottobre 2017
Giovedí, 26 Ottobre 2017
Giovedí, 15 Settembre 2016
Mercoledí, 06 Luglio 2016
Martedí, 26 Aprile 2016