Salute: Emdr in aiuto naufraghi Costa Concordia
Martedí, 31 Gennaio 2012

Oggi voglio proporti un articolo molto interessante ripreso da alcuni quotidiani online (sotto l’articolo troverai il link e un video interessante)

 

La filosofia del blog è andare all’essenziale e per fare questo occorre divulgare notizie accessibili a tutti . Svolgo la libera professione come psicologo specializzato in EMDR e voglio parlarti brevemente di questa tecnica.

 

L’Emdr è un acronimo per Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari). E’ una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari per trattare disturbi legati direttamente a esperienze passate e a disagi presenti.

 

Il metodo EMDR può accelerare il trattamento di molte patologie e dei problemi di autostima legati ad eventi traumatici passati e a presenti condizioni di vita.

 

L’EMDR viene inoltre utilizzato per alleviare l’ansia da prestazioni e per rafforzare la funzionalità delle persone sul lavoro, nello sport e nello spettacolo.

 

24 Gennaio 2012 – 17:48

 

(ASCA) – Roma, 24 gen – Insonnia, tensione, senso continuo di minaccia, difficolta’ a pensare al futuro in termini positivi, sono alcuni dei sintomi piu’ comuni, di fronte a una esperienza traumatica come quella vissuta dai naufraghi del Concordia, talora si evidenziano crisi d’ansia o attacchi di panico.

 

E se esperienze cosi’ traumatiche possono essere superate naturalmente con il passare delle settimane, in alcuni casi il malessere tende a perdurare a lungo fino a sfociare in un disturbo post-traumatico vero e proprio.

 

E’ quanto sottolineano gli psicoterapeuti Emdr (Eye Movement Desensitization and Reprocessing -Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso il Movimento Oculare), che mettono le proprie professionalita’ a disposizione dei naufraghi del Concordia.

 

”Il recente disastro della Crociera Costa, tragicamente sotto gli occhi di tutti, pone il problema – spiegano – delle possibili conseguenze negative, dal punto di vista psicologico, di una tale esperienza traumatica sulla vita delle persone coinvolte. Date le caratteristiche di questo incidente, le reazioni di stress vissute dai passeggeri possono portare a disturbi post-traumatici di lunga durata.

 

Infatti, non bisogna sottovalutare le conseguenze del vissuto di pericolo e la paura di morire che inevitabilmente puo’ aver colpito tutti in quei momenti, adulti e bambini”.

 

L’Eye Movement Desensitization and Reprocessing , e’ una terapia innovativa, che ”permette di ridurre le emozioni disturbanti, di paura e difficolta’ e riporta l’individuo ad un senso di sicurezza e controllo.

 

Il paziente diventa capace di usare costruttivamente l’esperienza e di integrarla in una prospettiva piu’ positiva. Alcune persone che si trovavano all’interno della nave affondata stanno gia’ ricevendo i primi supporti specialistici da parte di terapeuti formati in EMDR”. L’Associazione EMDR Italia informa di avere a disposizione una task force per aiutare gratuitamente le persone coinvolte nell’incidente che possano sentirne il bisogno nei prossimi giorni o settimane.

 

l’articolo è ripreso da ASCA ecco il LINK.