Microespressioni del viso: Breveik il killer norvegese
Sabato, 25 Agosto 2012

Oggi ti parlo di un argomento interessante: le micro espressioni del viso.

 

La serie Televisiva Lie to Me si basa interamente sugli studi di Paul Ekman relativi alle espressioni visive.

 

Che cosa sono le micro espressioni?

 

Le micro espressioni sono molto brevi (da 1/5 a 1/25 di secondo) e possono mostrare una delle sette emozioni di base: rabbia, tristezza, felicità, disgusto, disprezzo, paura e sorpresa.

 

Ci sono alcune cose fondamentali da tenere presente:

 

• Le Micro espressioni sono espressioni del viso, non i movimenti delle braccia, gambe, mani, ecc.

 

• Micro si riferisce alla durata dell’espressione non al grado di movimento.

 

• Le Micro espressioni sono limitate alle emozioni di base che sono state studiate scientificamente ed hanno dimostrato di essere associate a specifiche espressioni facciali.

 

Ora vorrei proporti una domanda che ho trovato in un sito specializzato nel training sul riconoscimento delle micro espressioni.

 

Si può capire da un’espressione del volto la personalità di una persona?

 

• In questo caso la persona in questione è Anders Breivik il killer norvegese” che è stato ritenuto colpevole di aver ucciso 77 persone .

 

• Quando è stato condannato a 21 anni di prigionia per il suo crimine, Breivik ha avuto un’espressione di disprezzo, o di superiorità morale ( a 00:54 ….del video di youtube).

 

(ho messo una foto delle principali espressioni del viso, contempt tradotto in italiano è disprezzo)

 

• Questa espressione del viso ha avuto una durata di più di 0.5 di un secondo ,

 

per questo è una macro espressione .

 

Breivik non ha cercato di nascondere come si sentiva.

 

Puoi osservare la sua reazione nel video di youtube.

 

Secondo Paul Ekman il disprezzo si prova soltanto per le persone o le loro azioni e segnala il fatto che ci si sente superiori , non si ha bisogno di scendere a compromessi nè di impegnarsi in qualcosa. Questa emozione negativa è un affermazione di potere o di status.

 

Nel momento che si prova disprezzo le sensazioni che si provano sono piacevoli più che spiacevoli.

 

Ekman afferma: ”quanto al disprezzo per i propri atti e pensieri, è certo ipotizzabile, ma non mi è mai capitato di imbattermici” .

Mercoledí, 01 Novembre 2017
Venerdí, 27 Ottobre 2017
Giovedí, 26 Ottobre 2017
Giovedí, 15 Settembre 2016
Mercoledí, 06 Luglio 2016
Martedí, 26 Aprile 2016